La Sala Szoldaticz, Ritratti e Autoritratti, del Caffè Greco

Autoritratto Szoldaticz
Costiera amalfitana
Szoldaticz bambino
Autoritratto Szoldaticz Costiera amalfitana Szoldaticz bambino

 

SALA SZOLDATICZ, RITRATTI E AUTORITRATTI, DEL CAFFÈ GRECO

La sala prende il nome dal pittore ritrattista Giorgio Szoldaticz, nato a Roma nel 1873 e di cui vi è un autoritratto del 1923 e un dipinto di lui ragazzo, a testimoniare  l’assidua frequentazione sin dai suoi primi passi. Quest’ultimo è stato realizzato da Mario Gubinelli, all’epoca proprietario del Caffè a Roma ed egli stesso artista e mecenate.  Fra le diverse opere troviamo una pregevole “costiera amalfitana” del paesaggista  Edmund Hottenroth. Un piccolo quadro che si discosta dai tanti paesaggi romani dello stesso autore, di cui sono costellati i luoghi del “Caffè Greco ”, per la delicatezza dei colori e le sfumature del paesaggio marino.