La Sala Venezia del Caffè Greco

Ippolito Caffi, Ponte di Rialto
Vincenzo Giovannini, Palazzo Ducale
Gemito, Acquaiolo.
GIOVANNINI Venezia Piazza San Marco_1891
Ippolito Caffi, Ponte di Rialto Vincenzo Giovannini, Palazzo Ducale Gemito, Acquaiolo. GIOVANNINI Venezia Piazza San Marco_1891
La Sala Venezia dell’Antico Caffè Greco, con le opere di Caffi, Giovannini e Gemito.

 

La prima sala, appena si entra, è chiamata “Sala Venezia” dai grandi quadri rappresentanti le vedute della città lagunare che ornano le pareti. Qui si trova il banco bar.  Nella prima metà dell’ottocento, quando  in tutta Roma si cominciarono a dipingere e ad arredare le sale dei vari “caffè”, Ippolito Caffi ebbe l’incarico di eseguire quattro panorami  (due romani e due veneziani) da inserire nella prima sala, ma le opere non hanno resistito agli anni ed è rimasta solo quella del Ponte di Rialto (qui nel post). Nel 1880 il proprietario Giovanni Gubinelli arredò la sala con alcune splendide vedute di Venezia realizzate da Vincenzo Giovannini, proprio in omaggio ai precedenti lavori andati persi. Di Giovannini si possono ammirare in  questo post  la veduta di S.Marco e quella di palazzo Ducale. Entrando sulla destra della sala Venezia, spicca “L’aquaiolo”, la statuetta in bronzo alta 42 cm che rappresenta un fauno dispensatore di rinfresco, ideata da Vincenzo Gemito.